Giornata contro la violenza sulle donne

Messaggio 25 novembre

L’A.S.D. Forty Fighters si unisce alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre 2023 e aderisce all’iniziativa della Lega Nazionale Dilettanti che chiede “di promuovere l’evento attraverso attività informative e di trasmettere un messaggio tramite uno speaker e/o impianto audio negli impianti sportivi durante le partite programmate dal 24 al 26 novembre 2023”.

Inoltre, si invita tutti gli atleti e le atlete a entrare in campo, come consuetudine in questa importante occasione, con un segno rosso sotto l’occhio per sensibilizzare sulla problematica.

Messaggio 25 novembre

 

Di seguito, il messaggio da leggere prima dell’inizio delle gare:

In questa Giornata internazionale dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne, ci ritroviamo sui campi, non solo per giocare, ma per combattere un avversario che non trova posto in questo sport: la violenza di genere.

Oggi i fischi dell’arbitro non segneranno soltanto dall’inizio alla fine la partita, ma saranno il simbolo di un impegno che va oltre i novanta minuti di gara per sconfiggere la violenza e lo stalking.

Ogni tiro in porta rappresenterà la spinta a fare gol per vincere la partita più importante, quella della difesa dei diritti di tutte le donne.

Ogni azione di gioco sarà un impegno sociale nel rispetto delle regole contro ogni forma di abuso.

La mission del gioco del calcio risiede nell’educazione delle giovani generazioni che devono respingere ogni forma di pregiudizio e bisognerà scendere in campo per giocare e connettere i cuori e le menti alle regole del gioco che non prevedono violenza.

La Lega Nazionale Dilettanti sostiene il servizio pubblico gratuito – il 1522, attivo 24 h su 24 – che accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto a sostegno delle donne vittime di violenza e stalking.

Ogni passo che facciamo qui è un passo verso un futuro in cui nessuna donna debba camminare da sola nella paura.

Visualizzazioni: 22
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *